Test affidabili per le allergie : quali sono?

Test per le allergieDiritto d'autore: alexraths / 123RF Archivio Fotografico

Quando si ha il sospetto di soffrire di allergia, spesso, non sapendo quali analisi fare, si sceglie la strada dell’autodiagnosi con test fai da te comprati su Internet o effettuati in farmacia.

Dal test della forza a quello del capello, alla biorisonanza, oggi sembrano essere davvero tante le alternative “do it yourself” a cui sottoporsi per diagnosticare un’allergia. Peccato però che nessuna di queste “soluzioni” abbia una attendibilità diagnostica scientificamente dimostrata.

Proprio così! Come sottolineano gli esperti della Società italiana di allergologia, asma e immunologia clinica, infatti, i test fai da te sono totalmente inaffidabili e producono risultati positivi nel 90% dei casi per dare al paziente l’illusione di una diagnosi.

Cosa fare allora? La risposta è semplice: rivolgetevi al vostro medico di base il quale, grazie all’entrata in vigore dei nuovi LEA 2017, può prescrivere i test allergologici senza l’obbligo di consultare prima uno specialista.

Test allergie fai da te: perché non farli


Le allergie alimentari, respiratorie, da contatto, e tutte le forme allergiche in generale possono avere gravi conseguenze e quindi non sono da sottovalutare.

Acquistare fantomatici test sul web o sottoporsi ad analisi in fiere dedicate al benessere, non è certamente la via corretta per diagnosticare un’allergia e nemmeno un’intolleranza alimentare.

Questi test, infatti, sono totalmente inattendibili e portano a diagnosi errate. Tra questi, i più noti sono il test del capello e il vega-test che fa uso di elettrodi.

 

Veri test per le allergie: quali sono e chi può prescriverli


Ma se questi test sono falsi, quali sono gli esami ufficiali e attendibili a cui sottoporsi per individuare le allergie? Grazie ai nuovi Lea, i test per le allergie sono ora prescrivibili anche dal medico di base.

Vediamo insieme i principali esami, elencando prima i test più comuni e poi altre analisi che invece richiedono una prescrizione specialistica.

Prima di elencare gli esami, però, ci teniamo a sottolineare che i test per le allergie sono il primo passo da compiere per diagnosticare un’allergia alimentare, respiratoria o cutanea ma spetta poi al medico fare una diagnosi ufficiale.

 

Rast test : le analisi del sangue


Un primo test è quello effettuato tramite le analisi del sangue (test sierologici).
Si tratta del Rast test. Questo test prevede il dosaggio nel sangue delle IgE totali e delle IgE specifiche, ovvero degli anticorpi che si attivano in caso di reazione allergica.

I vantaggi di questo tipo di analisi sono tre

  • Può essere richiesto velocemente dal tuo medico di base o dal medico pediatra.
  • È sicuro e non invasivo, in quanto l’esame viene eseguito su un piccolo campione di sangue del paziente.
  • Non è necessario interrompere eventuali terapie in corso.

Se il test delle IgE risulta negativo significa che l’alimento/allergene testato non provoca una produzione anomala di anticorpi IgE e che quindi il corpo tollera quel cibo; se positivo, invece, potrebbe indicare la presenza di una vera e propria allergia o la sensibilizzazione verso quell’allergene specifico.

 

Prick test per le allergie


Un’altra analisi è rappresentata dal prick test o dal prick by prick. Entrambi sono test cutanei ma il primo utilizza estratti allergenici, mentre per il secondo si usano alimenti freschi.

Difficilmente questi esami vengono eseguiti dal medico di famiglia, necessitano infatti di una prescrizione specialistica, in quanto devono essere effettuati in un ambiente sicuro e da personale qualificato alla gestione di reazioni abnormi e di anafilassi.

Così come i test del sangue, anche in questo caso, l’esito positivo potrebbe testimoniare o la sensibilizzazione verso la componente analizzata o una vera e propria allergia.

 

I test allergici più specifici


Quando la combinazione tra le analisi precedentemente indicate e le visite mediche necessitano di un approfondimento, ci si può sottoporre ad ulteriori test.

Alcuni di questi sono, ad esempio, i test in vivo di scatenamento orale e delle componenti molecolari ma approfondire questo argomento significherebbe entrare in un ambito medico più specialistico che non può e non deve essere trattato in questa sede.

In conclusione, il consiglio che vogliamo darvi è questo: se sospettate di soffrire di una qualche forma allergica, non affidatevi ai test fai da te ma rivolgetevi al medico di famiglia perché solo in questo modo potrete avere una diagnosi certa e attendibile.

 

Fonti
7 Condivisioni

Be the first to comment on "Test affidabili per le allergie : quali sono?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi