Allergie estive: le reazioni allergiche più diffuse nella bella stagione

allergie estive

L’arrivo della bella stagione è atteso sempre da tutti, tuttavia, per qualcuno, insieme al sole e al caldo, arrivano diverse forme di allergia. Le più conosciute e comuni sono quelle ai pollini, ma in realtà le allergie estive sono molte e si manifestano in tanti modi diversi.

Alcuni tra i sintomi più comuni sono, ad esempio, la forte lacrimazione o eruzioni cutanee, pertanto, se notate la comparsa di questi segnali, la cosa migliore da fare è rivolgervi al vostro medico di base che, grazie all’introduzione a marzo 2017 dei nuovi Livelli Essenziali di Assistenza (LEA), potrà prescrivervi i primi test allergologici.

Nel caso siano i vostri bambini a manifestare reazioni allergiche, anche il pediatra potrà prescrivere alcuni test allergici.

Reazioni allergiche alle punture di insetti e meduse


A chi d’estate non è mai capitato di essere toccato da una medusa in mare o punto da una vespa in spiaggia? Questi “incidenti” capitano di frequente e sono fastidiosi per tutti. Però, alcune persone soffrono più di altre poiché presentano una vera e propria forma di allergia alle punture di insetto e di altri animali.

Se è normale che si gonfi un po’ la parte di pelle che è stata punta, non è normale che il gonfiore e il rossore si estendano per diversi centimetri. Citando una reazione ancora più grave, chi è allergico alle punture di vespa e di altri insetti corre il rischio di avere uno shock anafilattico.

Gli insetti più pericolosi appartengono alla famiglia degli imenotteri e sono le vespe, le api e i calabroni.

Si stima che ogni anno 1 un italiano su 5 abbia reazioni allergiche da puntura di insetto.

La Società italiana di allergologia, asma ed immunologia clinica, SIAAIC, ha diffuso nel 2015 un vademecum sulle allergie estive e sui consigli per il ridurre il rischio di essere punti dagli insetti:

  • non indossare abiti dai colori sgargianti o con stampe floreali;
  • non usare profumi o cosmetici profumati, lacca o altre essenze odorose dolci o floreali;
  • non fare movimenti bruschi in caso di avvicinamento a questi insetti;
  • non camminare scalzi;
  • indossare pantaloni e maglie a maniche lunghe quando possibile;
  • indossare guanti in caso di attività a diretto contatto con la natura come il giardinaggio;
  • utilizzare lozioni anti-puntura per tenere lontani gli insetti.

Anche le punture di medusa sono molto dolorose e fastidiose e possono portare ad una reazione anafilattica grave. Questo avviene soprattutto se si è compiuto uno sforzo fisico al momento della puntura o se si sono assunti antiinfiammatori nei giorni precedenti poiché questi fattori possono potenziare la reazione allergica.

Quando si viene punti da una medusa è importante mantenere la calma, uscire dall’acqua e lavare la zona punta con acqua di mare e non acqua dolce poiché questa favorisce la scarica del veleno. Rimedi come pietre calde, sabbia ma anche ammoniaca e urina sono da evitare poiché potrebbero infiammare ulteriormente.

Reazioni allergiche alla crema solare


È importantissimo proteggere la pelle dai raggi solari e non solo d’estate. Tuttavia, alcuni soggetti sono allergici ai filtri solari e ad altri ingredienti utilizzati nelle creme solari.

In particolare, negli ultimi anni si sono diffusi dei filtri solari chimici che, se da una parte proteggono meglio la pelle, dall’altra risultano essere allergenici per una percentuale maggiore di persone.

La SIAAIC raccomanda in questo caso di preferire creme solari e cosmetici con un ridotto numero di ingredienti; prima di acquistare un nuovo prodotto, si consiglia di leggere attentamente la lista dei componenti contenuti.

Il nostro consiglio è di rivolgervi al vostro medico di famiglia in caso di dubbio e in presenza di reazioni cutanee.

Allergie ai pollini: si manifestano anche d’estate


A volte si tende a credere che le allergie ai pollini si manifestino soprattutto in primavera. In realtà, il processo di impollinazione delle piante, che porta alla diffusione nell’aria dei pollini allergenici, avviene anche in estate e continua fino all’autunno.

I sintomi principali delle reazioni allergiche al polline, tra cui la più diffusa è l’allergia alle graminacee, sono di tipo respiratorio, come naso chiuso o che cola e starnuti frequenti, oppure gonfiore, lacrimazione o bruciore agli occhi, tosse, prurito alla gola e al palato. In alcuni casi, si possono anche avere grosse difficoltà a respirare e deglutire.

Come avrete notato, questi sintomi sono comuni a molte altre malattie o disturbi, anche un semplice raffreddore, ad esempio, può portare ad avere naso chiuso, starnuti frequenti e lacrimazione degli occhi.

Come fare allora? Purtroppo non è possibile diagnosticare in autonomia la presenza o meno di un’allergia anche perché i test di autodiagnosi o eseguiti in farmacia non hanno alcune attendibilità diagnostica scientificamente dimostrata. Pertanto il consiglio che vi diamo è sempre quello di chiedere un parere al vostro medico di base che potrà prescrivervi test affidabili per la diagnosi delle allergie.

 

Fonti

Guida sulle allergie estive diffusa dalla Società italiana di allergologia, asma ed immunologia clinica:
http://www.healthdesk.it/medicina/allergie-estive-occhio-insetti-meduse-creme-1435935600

Focus del Ministero della Salute sulle allergie ai pollini: http://www.salute.gov.it/portale/salute/p1_5.jsp?lingua=italiano&id=188&area=Vivi_sicuro

Focus del Ministero della Salute sulle allergie:

http://www.salute.gov.it/portale/salute/p1_5.jsp?id=158&area=Malattie_del_sistema_immunitario

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/evitiamo-punture-api-e-vespe-1149823.html

8 Condivisioni

Be the first to comment on "Allergie estive: le reazioni allergiche più diffuse nella bella stagione"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi