Test allergologici: chi li può prescrivere?

test allergologiciDiritto d'autore: wavebreakmediamicro / 123RF Archivio Fotografico

Marzo 2017 ha portato tante novità nel settore dei test per le allergie. Con l’introduzione dei nuovi LEA, sono cambiate molte cose nella prescrizione dei test allergologici, quindi ora se avete il sospetto di soffrire di qualche allergia, l’iter per diagnosticarlo è davvero molto più semplice ed economico rispetto al passato.

Ma cosa è cambiato effettivamente con l’entrata in vigore dei nuovi Livelli Essenziali di Assistenza? In sostanza, il cambiamento più grosso in campo allergologico riguarda la possibilità da parte dei medici di famiglia e dei pediatri di prescrivere i test per ricercare le allergie.

In questo modo non è più necessario ricorrere subito al medico specialistica in caso di sospetta allergia, a meno che, come ricorda il Ministero della Salute, non siate voi a preferirlo.

Cosa può fare il vostro medico di famiglia?


Sulla base dei vostri sintomi e dei vostri racconti, il medico, se sospetta una possibile allergia, può decidere di richiedere degli esami del sangue che gli permettono di confermare o escludere la componente allergica nella vostra situazione.

Quali test allergologici possono essere prescritti dal medico di base


Il medico di famiglia e il pediatra possono prescrivere test allergologici sierologici, cioè le analisi del sangue che ricercano le IgE specifiche, ovvero gli anticorpi che reagiscono in caso si sia allergici a qualcosa. In particolare, essi possono prescrivere IgE specifiche per allergie alimentari e inalanti.

Per esempio, se i vostri sintomi sono di natura alimentare, e dopo aver mangiato siete stati male, il vostro medico può prescrivervi un esame del sangue che testa l’eventuale reazione allergica ad un determinato alimento o, se è difficile identificarne uno con precisione, può richiedere un pannello contenente: albume, latte, pesce, glutine, gambero, pesca, nocciola, arachide/soia.; questi sono gli alimenti che provocano più spesso reazioni allergiche.

Con questo primo esame del sangue, un Rast Test, è possibile evidenziare una sensibilità o meno verso certi alimenti e in base all’esito il medico deciderà se proporvi ulteriori accertamenti o meno.

La stessa cosa vale per i sintomi respiratori: acari, muffe, gatto, betulla, loglierella, parietaria, ambrosia, cipresso, olivo, sono gli allergeni che più frequentemente causano problemi.

Quali test per le allergie non possono essere prescritti dal medico di famiglia


Come abbiamo visto per la celiachia, il medico di medicina generale e il pediatra non possono prescrivere tutti i test allergologici. Nel caso della malattia celiaca, essi possono prescrivere solo i primi esami del sangue, ma poi deve essere lo specialista a prescrivere altri test più specifici e la biopsia duodenale, step finale per confermare la celiachia.

Per le allergie, i medici di famiglia non possono prescrivere i Prick Test, cioè i test cutanei che sono di pertinenza dello specialista, come, peraltro, anche altri test di approfondimento.

Per qualsiasi dubbio sulle allergie e su quali test possono essere prescritti, rivolgetevi sempre al vostro di medico di famiglia.

 

Fonti

Panoramica sui nuovi LEA

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2549_allegato.pdf

Decreto completo sui nuovi Livelli Essenziali di Assistenza

http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2017/03/18/17A02015/sg

Relazione annuale al Parlamento sulla celiachia

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_notizie_2842_listaFile_itemName_0_file.pdf

0 Condivisioni

Be the first to comment on "Test allergologici: chi li può prescrivere?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi