Allergia alle arachidi: le prove allergiche da fare

Allergia alle arachidi

Tavole imbandite per le feste, snack, merendine, dolciumi e molti altri cibi elaborati: la frutta a guscio e i semi oleosi si possono trovare in tantissime preparazioni e per la maggior parte delle persone questo non sarebbe un problema. Tuttavia, tra le forme allergiche alimentari più diffuse e pericolose troviamo proprio l’allergia alle arachidi e ad altri frutti a guscio.

Anche molti altri tipi di frutta secca scatenano reazioni avverse, le noci e le nocciole per esempio, ma le arachidi rappresentano senza dubbio uno dei frutti/semi oleosi più “fastidiosi”. 

Dato che i sintomi che si possono presentare possono essere anche piuttosto gravi è importante riconoscere e farsi diagnosticare questa particolare allergia alimentare.  

I sintomi dell’allergia alle arachidi 


A scatenare reazioni avverse nei soggetti allergici sono due proteine contenute in questi semi.

I sintomi principali comprendono:

  • l’orticaria
  • l’asma
  • disturbi gastrointestinali di vario genere.

Nei casi più gravi, però, si può manifestare una reazione anafilattica che, se non tempestivamente individuata e moderata con farmaci, può portare allo shock anafilattico e ad altre conseguenze ben più serie. 

La “terapia” prevista per l’allergia alle arachidi sarebbe l’eliminazione di questo seme dalla propria alimentazione.

La dieta mediterranea non prevede l’impiego di questo ingrediente, tuttavia esso è presente in numerose preparazioni industriali, in diversi cibi confezionati e in alcune ricette etniche, come quelle della cucina cinese. 

L’olio di arachidi, invece, non dovrebbe essere pericoloso perché ottenuto dai grassi del seme e non dalle sue proteine; i soggetti ipersensibili però potrebbero comunque manifestare reazioni avverse. Il nostro consiglio, in caso si sia allergici, è di seguire pedissequamente quanto prescritto dal vostro medico e non affidarsi alle “cure fai da te”. 

Visti i sintomi e la diffusione delle arachidi, la diagnosi e la prevenzione sono doppiamente importanti perché l’allergia a questo seme può insorgere anche in tenera età, quando i bambini non hanno ancora sufficienti capacità comunicative per manifestare efficacemente il malessere fisico che sentono.

Per questo motivo sarebbe buona norma escludere fino a una certa età le arachidi e i prodotti che le contengono, oltre che altri alimenti facilmente allergizzanti. In merito a tale questione, potete rivolgervi al vostro pediatra. 

I test per l’allergia alle arachidi


 Se manifestate strani sintomi, o se avete avuto una vera e propria reazione anafilattica, potete consultare il vostro medico di base (o il pediatra) che, grazie all’introduzione nel 2017 dei nuovi Livelli Essenziali di Assistenza, potrà prescrivervi dei primi test allergologici alimentari.

I famosi LEA 2017, infatti, vi permettono di sottoporvi  ad alcuni test per la diagnosi delle allergie senza la necessità di rivolgersi subito a un medico specialista a pagamento, ma con la sola ricetta compilata dal medico di medicina generale. 

In questi casi i test normalmente prescritti sono le analisi del sangue per il dosaggio delle IgE totali e specifiche. I cosiddetti Rast Test, dunque, vanno alla ricerca degli anticorpi che si attivano quando viene ingerito un potenziale allergene.  

Quando si parla di allergie alimentari, il detto “prevenire è meglio che curare” è da prendere seriamente e consultarvi con il vostro medico di base è il primo passo per evitare eventuali, e magari improvvisi, disturbi. 

 

Fonti 

http://www.my-personaltrainer.it/alimentazione/allergia-alle-arachidi.html 

http://www.lastampa.it/2014/01/30/scienza/benessere/alimentazione/allergia-alle-arachidi-ecco-la-soluzione-DGMKRnKAuWiNMrJcKeRpII/pagina.html 

“Allergie e Intolleranze Alimentari: un documento condiviso” – Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri 

https://portale.fnomceo.it/fnomceo/showArticolo.2puntOT?id=137552 

0 Condivisioni

Be the first to comment on "Allergia alle arachidi: le prove allergiche da fare"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi