Allergia al pomodoro: quali sono i sintomi

allergia al pomodoro

A chi non piace un profumato piatto di pasta al pomodoro o una bella pizza? Ben poche persone risponderebbero di non apprezzare queste pietanze condite con salsa; inoltre, il pomodoro è un alimento largamente diffuso nella dieta italiana ed è normalmente tollerato da coloro che lo mangiano. Tuttavia, il consumo di pomodoro non è così facile per tutti.

Alcuni soggetti presentano reazioni allergiche a questo succoso frutto e in alcuni casi possono essere piuttosto severe. Vediamo quali sono i sintomi e quali prove allergiche si possono fare per diagnosticare l’allergia al pomodoro.

I sintomi dell’allergia al pomodoro


L’allergia al pomodoro può provocare sintomi di diversa gravità. Tra le manifestazioni allergiche più leggere si trovano i rush cutanei, l’arrossamento della pelle, prurito e bruciore. Generalmente, questi disturbi si manifestano al semplice contatto con questo frutto: basterebbe, infatti, il contatto con la pelle a far rilasciare istamina da parte del sistema immunitario del soggetto allergico.

Le reazioni più severe, invece, si possono manifestare quanto si ingerisce il pomodoro. I disturbi che si potrebbero presentare sono:

  • tumefazione delle labbra
  • tumefazione della bocca
  • orticaria
  • difficoltà a deglutire
  • disturbi gastrointestinali come nausea o vomito,
  • dolori addominali, diarrea,
  • difficoltà a respirare
  • attacchi d’asma

Sebbene con diversi gradi di gravità, quelli appena citati sono i sintomi più comuni, ma si possono presentare anche disturbi meno tipici per un’allergia alimentare e generalmente non imputabili a essa. Tra questi figurano: mal di testa, disturbi del sonno, nausea, stanchezza e irritabilità.

Quali esami fare se si sospetta di avere un’allergia alimentare


Cosa fare se si presentano sintomi simili ogni qualvolta si tocchi o si mangi del pomodoro? Si consiglia innanzitutto il consulto con il proprio medico di base, o con il pediatra nel caso siano i vostri bambini ad avere problemi. Già grazie alla visita con il medico che conosce la vostra storia clinica, potete iniziare a indagare sulla presenza di allergie o sensibilità verso alcuni alimenti e prodotti. Non sempre è necessario ricorrere subito a uno specialista a pagamento, ma si può presentare il problema al medico di famiglia.

Per diagnosticare l’allergia al pomodoro, è sufficiente effettuare le analisi del sangue per la  ricerca delle IgE specifiche, ovvero gli anticorpi che si attivano in presenza di allergeni (Rast Test). Queste analisi possono essere prescritte anche dal vostro medico di base, il quale, con l’introduzione dei nuovi LEA nel 2017, ha facoltà di prescrivere dei primi test allergologici.

Nei casi più fortunati bastano i primi esami sierologici ad escludere la presenza di un’allergia alimentare. Per chi invece dovesse scoprirsi allergico al pomodoro, come per altre allergie alimentari, l’esclusione dalla propria dieta del frutto e dei suoi derivati è solitamente la terapia adottabile. L’importante è seguire le indicazioni dell’allergologo e imparare a nutrirsi in maniera diversa, ma altrettanto soddisfacente. Un esempio? In pizzeria si può ordinare una pizza bianca, cioè condita con la sola mozzarella e senza il pomodoro. Questo tipo di pizze sono solitamente inserite in tutti i menù e lo sono da molto tempo, prima ancora che si diffondesse una maggiore attenzione verso le diverse esigenze alimentari. Dunque, convivere con l’allergia al pomodoro è possibile, ma bisogna comunque fare attenzione a ciò che si mangia.

Fonti

http://www.allergologo.net/2013/09/26/allergia-pomodoro-sintomi/

https://pubs.acs.org/doi/abs/10.1021/jf9022367

http://www.ingentaconnect.com/content/ocean/aap/2002/00000023/00000002/art00008

Disclaimer

198 Condivisioni

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi