Allergia alla seta: non solo orticaria da contatto

allergia alla seta

Può capitare a tutti che un indumento faccia prurito, come un maglione di lana per esempio, o provochi indesiderate eruzioni cutanee; l’orticaria da contatto non è così rara quando si parla di abbigliamento e biancheria. Tuttavia, alcuni tessuti, soprattutto se di origine naturale, possono provocare anche reazioni allergiche IgE mediate, come fanno gli alimenti e i pollini. È questo il caso dell’allergia alla seta.

Questa particolare forma allergica può essere diagnosticata con i Rast Test, ossia le analisi sierologiche prescrivibili dal proprio medico di base. In caso di sintomi anomali quando entrate in contatto con la seta, consultate il vostro medico di famiglia e valutate insieme se sia necessario intraprendere un percorso diagnostico volto a individuare se e cosa vi provoca reazioni allergiche. Grazie ai LEA 2017, non dovete necessariamente consultare subito un allergologo a pagamento per iniziare l’iter diagnostico.

Come mai la seta può provocare reazioni allergiche


Se conoscete le allergie IgE mediate, sapete che a “infastidire” gli anticorpi di un soggetto allergico sono principalmente le proteine. La seta è una fibra proteica di derivazione animale e contiene, quindi, diverse proteine potenzialmente allergeniche. Si ricava dai bozzoli costruiti dai bachi da seta, cioè le larve delle falene Bombyx mori della famiglia Bombycidae. La maggiore concentrazione di allergeni, di tipo inalante, si trova nelle ali di queste falene, in particolare nelle squame. Tuttavia, la seta lavorata può conservare delle molecole potenzialmente allergeniche. È soprattutto la seta naturale/selvaggia a contenere una maggiore quantità di potenziali allergeni, mentre quella ricavata da bachi da seta coltivati, ormai più comune, ha un potenziale allergenico molto più basso.

A soffrire maggiormente di allergia alla seta sono i lavoratori del settore, che sono a contatto con le falene Bombyx mori in ogni stadio della loro vita, ma si riscontrano comunque casi di persone comuni che manifestano reazioni IgE mediate a contatto con il pregiato tessuto.

Sintomi dell’allergia alla seta


Come abbiamo visto, sono soprattutto i lavoratori impiegati nel settore della sericoltura a manifestare reazioni allergiche alle falene della seta, come dermatiti atopiche e asma. Questi lavoratori sono “colpiti” in special modo da allergeni inalanti, cioè quelli che si trovano sulle ali e sul corpo delle falene. Ci sono casi, inoltre, di reazione allergica anafilattica conseguente all’ingestione delle crisalidi; nella cucina asiatica, i bachi, bolliti per evitare che rompano il bozzolo e rovinino il filo di seta, sono impiegati anche in cucina, perciò troviamo episodi di allergia alimentare al baco da seta e non sono così rari: sembrano essere piuttosto numerose le reazioni allergiche registrate al primo consumo di questa pietanza.  

Tuttavia, la letteratura scientifica presenta anche casi di reazioni IgE mediate provocate da abbigliamento di seta. Sebbene più raramente, l’allergia alla seta può scatenare oltre all’orticaria, reazione non così strana per un tessuto, anche disturbi respiratori fino ad arrivare all’anafilassi. I tessuti generalmente provocano dermatiti e altre reazioni da contatto, ma nel caso della seta, invece, essa può scatenare asma e rinite allergiche, al pari delle altre allergie IgE mediate.

Se doveste sperimentare sintomi strani indossando o toccando della seta, consultatevi con il vostro medico, o con un allergologo: potrebbe trattarsi di una tipica allergia IgE mediata individuabile con i test allergologici a cui vi potete sottoporre in ospedale (non in farmacia né con test fai da te!).

 

Fonti

http://www.jacionline.org/article/S0091-6749(03)03288-3/abstract

http://www.phadia.com/en-GB/5/Products/ImmunoCAP-Allergens/Insects/Allergens/Moth-/

http://www.aaaai.org/ask-the-expert/allergy-silk

Disclaimer

11 Condivisioni

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi