Allergie e nuovi LEA 2017: status ad un anno dall’entrata in vigore

nuovi lea 2017

Nel nostro articolo dell’aprile 2017 abbiamo visto come la procedura di prescrizione di test per le allergie si sia snellita con l’entrata in vigore dei nuovi LEA, in quanto il medico di base ha nuovamente la possibilità di prescrivere test allergologici. Ciò significa che non è più obbligatorio ricorrere alla visita specialistica per poter ottenere la ricetta per sottoporsi a questi test.

Ma è veramente così semplice? Scopriamolo insieme in questo articolo di approfondimento.

Cosa consentono di fare i nuovi LEA 2017?


I nuovi Livelli Essenziali di Assistenza sono dettagliati nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 12 gennaio 2017, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale in data 18 marzo 2017.

Tra gli articoli di interesse per la diagnosi delle allergie, l’art. 15 del Decreto è incentrato sull’“Assistenza specialistica ambulatoriale” e, al comma 1, cita:

“Nell’ambito dell’assistenza specialistica ambulatoriale il Servizio sanitario nazionale garantisce le prestazioni elencate nel nomenclatore di cui all’allegato 4 al presente decreto. L’erogazione della prestazione è subordinata all’indicazione sulla ricetta del quesito o sospetto diagnostico formulato dal medico prescrittore.”

Nel successivo art. 16 viene specificata la differenza tra condizioni di erogabilità e indicazioni di appropriatezza prescrittiva; quest’ultima, descritta nel comma 2, è quella relativa alla diagnosi delle allergie:

“Le prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale per le quali sono indicate specifiche indicazioni di appropriatezza prescrittiva riferite allo stato clinico o personale del destinatario, alla particolare finalità della prestazione (terapeutica, diagnostica, prognostica o di monitoraggio di patologie o condizioni) al medico prescrittore, all’esito di procedure o accertamenti pregressi, sono erogabili dal Servizio sanitario nazionale a seguito di una autonoma e responsabile valutazione del medico circa la loro utilità nel singolo caso clinico, fermo restando l’obbligo del medico prescrittore di riportare il solo quesito o sospetto diagnostico sulla ricetta.”

“Burocratese” a parte, cosa significa questo?


Il Medico di Medicina Generale e il Pediatra di Libera Scelta possono nuovamente prescrivere le analisi del sangue delle IgE Specifiche per la valutazione delle allergie, riportando nella prescrizione il quesito/sospetto diagnostico, la diagnosi o l’indicazione clinica. Il medico prescrittore non è tenuto a riportare la nota per le prestazioni per le quali sono indicate specifiche indicazioni di appropriatezza prescrittiva.

Possono, inoltre, trascrivere la prescrizione diagnostica su richiesta di altri Medici Specialisti, se non abilitati alla prescrizione su ricetta del SSN. I liberi professionisti, infatti, possono soltanto prescrivere su ricetta bianca motivando la prescrizione e, successivamente, il Medico di Medicina Generale e il Pediatra di Libera Scelta potranno trascrivere la prescrizione sulla ricetta SSN barrando la casella “S” (suggerita).

In questo modo sarà più facile e veloce ottenere la prescrizione dei test per la diagnosi di allergia e non avete bisogno di ricorrere subito alla visita specialistica in caso di sospetta allergia.

Qui puoi trovare una breve guida che abbiamo ideato per supportarti nella richiesta di test scientificamente validati per individuare le tue allergie.

È passato un anno…

…e sembra che la burocrazia italiana stia rallentando questa procedura di prescrizione dei test allergologici delle IgE Specifiche, reso disponibile dall’introduzione dei Nuovi LEA nel marzo 2017.

Se avete problemi nel farvi prescrivere il Rast Test dal vostro medico di base vi consigliamo di seguire la nostra guida che potete trovare qui

E voi? Che esperienze avete avuto?


Vi invitiamo quindi a condividere con noi, scrivendoci in privato sulla nostra pagina Facebook, le vostre esperienze in merito alla richiesta dei test allergologici. Raccontateci i vostri sintomi, l’esperienza avuta con il vostro Medico o Pediatra di Famiglia, all’ospedale per il prelievo del sangue e tutto quello che ritenete utile!

Creeremo una raccolta di casi per sensibilizzare l’opinione pubblica e rendere ancor più visibile questa tematica così importante. Grazie a tutti per la collaborazione!

 

Fonti

http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2017/03/18/17A02015/sg

http://simri.it/simri/idPage/102/idNews/733/Prime-indicazioni-per-l%E2%80%99applicazione-del-dPCM-12-Gennaio-2017-inerente-l%E2%80%99applicazione-del-nuovi-LEA-%28Livelli-Essenziali-di-Assistenza%29-.html

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_notizie_2842_listaFile_itemName_0_file.pdf

Disclaimer

23 Condivisioni

Be the first to comment on "Allergie e nuovi LEA 2017: status ad un anno dall’entrata in vigore"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi