Fumo e allergie respiratorie: c’è correlazione

fumo e allergie

Il fumo fa male, si sa, e fa male in tanti modi diversi. Per esempio, è ormai assodato che le sigarette peggiorino i sintomi dell’asma, ma non solo. Il fumo di sigaretta incide anche sui sintomi delle allergie respiratorie, come la rinite allergica e l’asma allergica.

Vediamo allora qual è la correlazione tra fumo e allergie respiratorie: un motivo in più per abbandonare questa cattiva abitudine o per decidere di non adottarla mai.

Fumo e asma: cosa avviene nei bronchi


Alla base dell’asma, di origine allergica o meno, c’è uno stato infiammatorio cronico delle mucose bronchiali. Il fumo peggiorerebbe l’irritazione in corso nei bronchi, acuendo al contempo i sintomi, ma non solo. Secondo alcuni studi clinici, il fumo ridurrebbe anche l’efficacia di alcune terapie contro l’asma, come la terapia cortisonica per via inalatoria: le particelle che si formano dalla combustione del tabacco si legherebbero ai recettori delle molecole dei farmaci e alle molecole stesse, inibendone l’azione. Proprio in virtù di ciò, in genere si consiglia di aspettare almeno 20 minuti dopo aver spento l’ultima sigaretta prima di assumere/inalare farmaci antiasmatici.

Oltre al tabagismo “attivo”, che può scatenare asma e rinite allergiche in soggetti che non ne soffrivano prima, anche il fumo passivo è in grado di peggiorare i sintomi delle allergie respiratorie.

Fumo di sigaretta e bambini: cresce il rischio di allergie


Abbiamo visto che anche il fumo passivo può incidere sui sintomi delle allergie respiratorie, e questo è doppiamente vero nel caso dei bambini, purtroppo molto spesso “vittime” del fumo indiretto generato da genitori e parenti.

Sono tanti gli studi clinici che dimostrano la maggiore predisposizione a sviluppare allergie respiratorie nei bambini messi a contatto per tanto tempo con il fumo delle sigarette. Uno di questi risale al 2011 ed è stato pubblicato sulla Rivista di Immunologia e Allergologia Pediatrica. Gli autori (G. Liotta, A. Ferlisi, V. Malizia, G. Ferrante, U. Pelosi, S. La Grutta) hanno ritrovato che, in bambini di età prescolare, l’esposizione al fumo generato dalle madri in gravidanza rappresenterebbe un fattore di rischio per la manifestazione di sibili, attacchi di dispnea, bronchite, bronchite asmatiforme e tosse notturna.

I bambini che invece vengono messi a contatto con il fumo passivo dopo la nascita correrebbero un maggior rischio di sviluppare infezioni respiratorie acute e allergie. Lo studio italiano citato presenta lo stato dell’arte delle ricerche in merito alla correlazione tra fumo e allergie, senza pretendere di dare una risposta definitiva, ma le analisi condotte dal team, e altri studi, hanno riscontrato un certo rischio in caso di esposizione al tabacco nei primi mesi di vita.

Un altro buon motivo per smettere di fumare: le allergie


I motivi per smettere di fumare non mancano di certo, vista la lunga lista di danni del fumo:

  • rischio di tumori;
  • problemi respiratori come la bronchite cronica;
  • problemi cardiovascolari con rischio di infarto e ictus;
  • pelle più spenta e invecchiamento precoce;
  • alito cattivo;
  • dita e denti ingialliti;

La lista potrebbe essere ancora più lunga e un altro motivo per smettere di fumare, come abbiamo visto, è legato al fatto che il fumo può peggiorare i sintomi delle allergie respiratorie, inibendo al contempo l’efficacia dei farmaci assunti per combatterli.

È inutile assumere farmaci antiasmatici e/o prevenire i sintomi delle allergie respiratorie se poi non si smette di fumare. Allo stesso modo, per quanto possibile, i non fumatori allergici dovrebbero stare alla larga dai tabagisti per ridurre i danni provocati dal fumo passivo. Questo è doppiamente importante quando in ballo ci sono i bambini. Per quanto sia difficile rinunciare alle sigarette, i benefici sono di gran lunga superiori ai sacrifici.

Fonti

https://www.siaip.it/upload/riap/402_Esposizione%20a%20fumo%20di%20sigarette%20e%20rischio%20di%20allergia.pdf

https://www.humanitasalute.it/prevenzione-e-stili-di-vita/65879-asma-allergie-e-fumo-un-connubio-da-evitare/

https://www.liaf-onlus.org/se-soffri-di-allergia-smetti-di-fumare/

Disclaimer

80 Condivisioni

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi