Intolleranza o allergia all’aglio? Come distinguerle

allergia all'aglio

Serpeggiano ancora molti dubbi su quale sia la differenza tra intolleranza alimentare e allergia. Tali dubbi sono legati anche all’allergia all’aglio, a volte confusa con la sua intolleranza. Facciamo subito un po’ di chiarezza: l’allergia è una risposta anomala del sistema immunitario che produce anticorpi entrando in contatto con un elemento considerato pericoloso, mentre nelle intolleranze alimentari a essere coinvolta è la digestione, non il sistema immunitario.

L’aglio, questo vegetale tanto forte di sapore quanto ricco di proprietà, può essere il protagonista di entrambi i tipi di disturbi, sia quelli allergici che quelli provocati da difficoltà di digestione. Vediamo insieme cosa li differenzia e come poterli diagnosticare attraverso seri test allergologici.

Sintomi dell’allergia all’aglio


La cattiva notizia è che l’allergia all’aglio può provocare disturbi piuttosto fastidiosi. La buona è che non è una forma allergica particolarmente diffusa. I sintomi che può scatenare negli allergici sono:

  • infiammazione della pelle e orticaria;
  • formicolio alle labbra;
  • formicolio alla bocca;
  • formicolio alla lingua;
  • congestione nasale;
  • naso che cola e che prude;
  • starnuti frequenti;
  • lacrimazione eccessiva;
  • prurito agli occhi;
  • respiro affannoso;
  • nausea;
  • vomito;
  • crampi allo stomaco;
  • diarrea.

Per quanto sia una vera e propria forma allergica alimentare, l’allergia all’aglio può manifestarsi non solo con l’ingestione, quindi nella forma alimentare, ma anche con il solo contatto con l’alimento. Dunque, in caso di diagnosi positiva, attenzione anche a maneggiare l’alimento.

Sintomi dell’intolleranza all’aglio


Più diffusa è invece l’intolleranza all’aglio che provoca sintomi tipici da indigestione come gonfiore e dolore addominali, flatulenza, bruciore di stomaco e diarrea. Come ogni tipica intolleranza alimentare, i disturbi riguardano prettamente l’apparato digestivo, in quanto l’organismo trova difficoltà a digerire l’alimento ma non scatena reazioni anomale del sistema immunitario che non si trova, in questo caso, minacciato dall’ingestione di aglio.

Come distinguere un’intolleranza alimentare da un’allergia


Come distinguere definitivamente un’intolleranza da un’allergia alimentare? Attraverso dei test allergici affidabili ed eseguibili in ospedale o in cliniche certificate. Se presentate sintomi sospetti quando ingerite un determinato alimento, come prima cosa rivolgetevi al vostro medico di base che potrà prescrivervi le prime prove allergiche a cui sottoporvi, grazie ai nuovi Livelli Essenziali di Assistenza entrati in vigore nel 2017. Con un pannello di un massimo di 8 allergeni analizzabili, potrete sottoporvi alle analisi sierologiche per individuare l’eventuale attivazione degli anticorpi IgE coinvolti nella reazione allergica. Grazie a questo primo Rast Test, insieme al vostro medico, potrete iniziare a fare chiarezza su chi sia il colpevole dei vostri disturbi, escludendo eventualmente la possibilità che ci sia una vera a propria allergia. La diagnosi potrebbe continuare con un allergologo.

A prescindere dall’iter diagnostico, è importante capire se si è allergici all’aglio o “semplicemente” intolleranti. Nel primo caso, l’eliminazione dell’alimento dalla propria alimentazione è un passo obbligato. In entrambi i casi, e soprattutto in caso di allergia, è altamente consigliabile fare attenzione ai cibi che si consumano, in particolar modo se sono confezionati o preparati da altri. Con un po’ di attenzione è possibile convivere con entrambi i disturbi, ma la diagnosi è fondamentale per gestire il problema, sia questo l’allergia o l’intolleranza alimentare.

 

Fonti

https://www.forumsalute.it/allergia-o-intolleranza-all-aglio-sintomi-e-differenze.html

https://www.healthline.com/health/garlic-allergy

Disclaimer

59 Condivisioni

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi