Angioedema o Edema di Quincke: come e perché si manifesta

angioedema

Le allergie alimentari possono provocare diversi sintomi, oltre ai disturbi gastrointestinali. Uno dei più tipici, e dei più gravi, è l’angioedema o Edema di Quincke, un gonfiore anomalo e improvviso che interessa palpebre, labbra, viso, collo e mani.

Qui parleremo di quello provocato dalle allergie e in particolare da quelle alimentari ma, oltre a questo, ne esiste una forma ereditaria, nonché una forma non allergica farmaco-indotta.

Sintomi dell’angioedema


L’angioedema è un gonfiore improvviso della cute del volto, in particolare la zona intorno alla bocca e quella perioculare, della laringe, della lingua e delle sue mucose; in alcuni casi, possono essere coinvolte anche le mani.

Tale anomalo gonfiore può durare solo qualche minuto o qualche ora, ma anche perdurare per un paio di giorni. Non è di per sé pericoloso, ma nei casi più gravi, il gonfiore può essere tale da ostruire le vie aeree e rendere difficoltosa la respirazione; un’eventuale ostruzione di queste vie può quindi rivelarsi un pericolo per il soggetto.

Anche per questo motivo è importante diagnosticare le allergie alimentari e lo potete fare iniziando con un consulto con il vostro medico di base. Grazie ai nuovi LEA introdotti nel 2017, infatti, il medico di medicina generale può prescrivere dei primi test allergologici. Non dovete necessariamente rivolgervi subito a un allergologo a pagamento, ma potete iniziare l’iter diagnostico con le prime analisi sierologiche, i Rast Test, volti a individuare gli anticorpi che si attivano in caso di reazione allergica. Gli allergeni analizzabili con questi primi esami possono essere al massimo 8.

Quali allergie alimentari provocano l’angioedema


Diverse allergie alimentari possono provocare l’edema di Quincke, infatti, come abbiamo già accennato, si tratta di un sintomo tipico. Tra le forme allergiche che più comunemente possono scatenare l’angioedema troviamo:

A scatenare l’angioedema possono essere anche l’allergia al sedano, l’allergia alla pesca, l’allergia alla mela, l’allergia al grano, l’allergia al sesamo e ai semi oleosi,  nonché molte altre forme allergiche alimentari e non.

Le altre allergie che scatenano l’angioedema


L’angioedema non è un’esclusiva delle allergie alimentari. Infatti, per esempio, può essere un sintomo tipico delle reazioni allergiche agli insetti, in particolare alle punture degli imenotteri come le api e le vespe. O ancora, l’edema di Quincke si può manifestare nei casi di allergia al lattice che, ricordiamo, non è sempre un’allergia da contatto, ma può essere scatenata anche dall’inalazione di particelle di lattice naturale, diventando a tutti gli effetti un’allergia respiratoria. Infine, anche l’assunzione di determinati farmaci può provocare l’angioedema.

Qualunque sia la causa, ribadiamo quanto sia importante la diagnosi delle allergie per limitare il più possibile che si ripresentino i sintomi allergici. Se nella maggior parte dei casi l’edema di Quincke non ha conseguenze pericolose, come abbiamo già visto, il gonfiore potrebbe interessare anche la gola e la laringe, ostruendo le vie aeree e rendendo difficoltosa, se non impossibile, una corretta respirazione. In caso di sintomi sospetti, non abbiate paura di consultarvi con il vostro medico di base.

 

Fonti

https://www.my-personaltrainer.it/salute-benessere/angioedema.html

http://www.allergologo.net/allergie/orticaria-e-angiodema/angioedema/

https://www.farmacoecura.it/allergie-intolleranze/angioedema-cause-sintomi-e-cura/

https://it.wikipedia.org/wiki/Angioedema

Disclaimer

86 Condivisioni

Be the first to comment on "Angioedema o Edema di Quincke: come e perché si manifesta"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi