Asma allergica nei bambini: cosa fare

asma allergica nei bambini

L’asma allergica nei bambini è molto più diffusa di quello che si pensa. Allergy Insider, il portale dedicato all’asma allergica, riporta che  fino al 90% dei bambini asmatici soffrirebbe di un’allergia non diagnosticata*.

Un dato davvero alto, che dovrebbe farci riflettere sull’importanza di una corretta diagnosi delle allergie.

Se si rivela utile, in linea generale, indagare la presenza di allergie nei bambini, lo è ancora di più in caso di soggetti che soffrono d’asma. Consultate il vostro pediatra in caso di bisogno: grazie ai nuovi Livelli Essenziali di Assistenza approvati nel 2017, esso potrà prescrivervi dei primi test allergici che possono aiutare a far luce sulle cause dell’asma di vostro figlio.

Quali allergie provocano l’asma nei bambini


Le allergie principali che scatenano l’asma nei bambini sono diverse: abbiamo l’allergia agli acari della polvere, l’allergia alle muffe e l’allergia ai pollini.

Un’altra allergia che facilmente è legata all’asma è quella agli epiteli degli animali, principalmente cani e gatti, cioè una forma respiratoria come le prime citate.

Non sono solo queste forme allergiche a provocare l’asma in età pediatrica, ci sono anche allergeni che più difficilmente vengono associati ai disturbi respiratori, come gli alimenti. Le allergie alimentari, infatti, possono scatenare attacchi d’asma.

Gli esami da fare


In commercio esistono diversi esami ma gli unici davvero in grado di diagnosticare in modo completo un’allergia, senza correre il rischio di scatenare una reazione allergica in tuo figlio, sono quelli eseguiti in laboratorio come il Rast Test.

Il Rast Test è un’analisi del sangue molto più sicura e meno invasiva di altre modalità diagnostiche; si tratta di un test completo e scientificamente valido capace di identificare con precisione i fattori che scatenano le allergie.

Nello specifico, misura gli anticorpi delle IgE Specifiche presenti nel sangue del bambino, cioè quegli anticorpi che si attivano a contatto con quegli elementi a cui si è allergici. Come abbiamo accennato, si tratta di un test poco invasivo perché si mette alla prova il sangue estratto in laboratorio, perciò durante l’esame non c’è pericolo che il bambino manifesti una reazione allergica.

Con il Rast Test si possono analizzare moltissimi allergeni, tra cui le diverse molecole allergeniche delle varietà di pollini, muffe, epiteli di animali e alimenti.

Come ridurre i sintomi dell’asma allergica


Una volta diagnosticata correttamente l’asma allergica, cosa potete fare? Innanzitutto, sapere che, ad esempio, sono gli acari oppure i pollini a scatenare e/o peggiorare i sintomi dell’asma in vostro figlio, vi permette di intraprendere delle azioni mirate che riducono l’esposizione del bambino agli allergeni.

A proposito di allergia agli acari della polvere domestica, l’utilizzo di biancheria impermeabile agli acari ha ridotto del 29% in un anno il numero di ricoveri in ospedale, secondo quanto testimoniato dallo studio condotto dal ricercatore Murray, in collaborazione con altri studiosi, e pubblicato sulla rivista scientifica American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine.

In merito agli acari, ai pollini, ai peli degli animali domestici e alle muffe, bonificare gli ambienti chiusi porterebbe a una riduzione del 30% dei sintomi dell’asma, come provato dallo studioso Wickman in un articolo scientifico pubblicato sulla rivista  Allergy .

Una corretta diagnosi, e l’adozione di certe abitudini che riducono l’esposizione agli allergeni, nel corso di due anni ha portato a una diminuzione dell’11% dell’uso di farmaci antistaminici, del 70% dei mitigatori e del 51% dei trattamenti inalanti a base di corticosteroidi. Questi dati sono stati forniti da una ricerca pubblicata sulla rivista  Italian Journal of Pediatrics e condotta da Niklas Zethraeus in collaborazione con altri studiosi italiani e stranieri.

Se volete approfondire l’argomento e scoprire come migliorare la vita dei vostri bambini asmatici, vi invitiamo a visitare la guida pubblicata da Allergy Insider sull’asma in età pediatrica.

Fonti

*Host A, Halken S. Paediatr Respir Rev. 2003; (4) 312-318. – Eggleston PA. lmmunol Allergy Clin North Am. 2003;23(3):533-547.

https://www.allergipedia.it/2017/12/15/asma-allergica-cosa-causata/

http://takecontrol.allergyinsider.com/it?gclid=CjwKCAjwxILdBRBqEiwAHL2R88OzxVweddY3bp3GmbEjmmN0FV0FhV7YbLWhpFmkpe5V7VHfpbff8BoCoFoQAvD_BwE

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28282501

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15842228

https://www.researchgate.net/publication/46254846_Health-care_cost_reduction_resulting_from_primary-care_allergy_testing_in_children_in_Italy

Disclaimer

232 Condivisioni

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi