Celiachia atipica e altre forme di malattia celiaca

malattia celiaca

Celiachia atipica, classica, silente, potenziale. Il morbo celiaco si può manifestare in diverse forme, alcune delle quali risultano più difficili da individuare, come la forma atipica.

Ma come mai è così difficile diagnosticare alcune forme di malattia celiaca? Il motivo principale sono i sintomi e le modalità con cui si manifestano o non si manifestano affatto. Generalmente non ci si sottopone ad esami diagnostici se non ci sono sintomi evidenti, eppure, la celiachia a volte si nasconde e non dichiara la sua presenza in modo eclatante.

Andiamo, dunque, a conoscere meglio la celiachia atipica e le altre forme particolari.

Celiachia classica o tipica


Iniziamo con la forma classica di celiachia. Nei bambini si manifesta con diarrea cronica, vomito, inappetenza, arresto della crescita e distensione addominale, cioè gonfiore anomalo della pancia. Negli adulti, sono i disturbi intestinali a farla da padrone con diarrea e forti dolori addominali; in alcuni casi, invece, il consumo di glutine porta a stitichezza. Gli effetti collaterali di questi disturbi possono essere debolezza e perdita di peso.

Come vedete, i sintomi della celiachia tipica sono evidenti e chi ne soffre più facilmente si sottoporrà a diagnosi. Certamente, si tratta comunque di sintomi simili a quelli di altre patologie, ma la maggiore consapevolezza sul morbo celiaco sta portando i medici a considerarlo sempre di più quando visitano i propri pazienti.

Celiachia atipica o sintomatica


Come abbiamo anticipato, la malattia celiaca si può manifestare in diverse forme, tra cui quella atipica o sintomatica. Questa è considerata una forma tardiva, perché non si presenta poco dopo lo svezzamento come quella tipica. Inoltre, a differenza della classica, i sintomi sono principalmente extra-intestinali:

  • anemia;
  • carenza di ferro;
  • aumento delle transaminasi epatiche;
  • dolori addominali;
  • ipoplasia dello smalto dentario, cioè mancanza totale o parziale dello smalto;
  • dermatite erpetiforme;
  • bassa statura in età scolare;
  • perdita di peso.

A questi disturbi si possono accompagnare ansia, depressione, astenia, asma e disturbi cognitivi. Nelle donne, inoltre, la celiachia atipica potrebbe causare problemi di concepimento, amenorrea, ritardo del menarca, endometriosi e menopausa precoce. Negli uomini, invece, possono manifestarsi impotenza, calo della libido, ipogonadismo e oligospermia.

Ancora di più in questo caso, la varietà di sintomi in comune con altri disturbi non facilita la diagnosi, o meglio, non suggerisce subito di sottoporsi a test specifici per la celiachia o a prove allergiche.

Celiachia silente o asintomatica


Come si capisce dal nome, la celiachia asintomatica o silente è priva di sintomi. Qui la malattia è nascosta, ma c’è. Chi, su prescrizione medica, si sottopone alla biopsia duodenale trova la propria mucosa intestinale compromessa, come avviene nei celiaci tipici e atipici: i villi intestinali risultano atrofizzati dal consumo di glutine.

Alcuni studi sembrano aver dimostrato che più glutine si ingerisce più aumenta la possibilità che si manifestino dei sintomi intestinali, o extra-intestinali, in coloro che soffrono di celiachia silente.

Celiachia potenziale e latente


Concludiamo con la celiachia potenziale e quella latente. Con la prima, la mucosa intestinale non risulta alterata, ma è presente una predisposizione genetica; sebbene non si sia ancora manifestata in forma tipica o atipica, la potenziale comporta un alto rischio di sviluppare la malattia.

Nella celiachia latente, i soggetti presentano una predisposizione alla malattia, in quanto dalle analisi emergono reazioni degli anticorpi AGA ed EMA, ma i villi intestinali non risultano atrofizzati. Il morbo celiaco non si è ancora manifestato appieno, ma è probabile che col tempo si alteri la mucosa intestinale.

Test per la celiachia


Vedendo le tante forme di celiachia, appare evidente quanto sia importante la diagnosi. Grazie all’introduzione dei nuovi LEA nel 2017, il medico di base ed il pediatra possono già prescrivere le prime analisi del sangue volte a valutare le reazioni degli anticorpi coinvolti nella malattia. I primi anticorpi analizzati sono gli Anti Transglutaminasi tTg IgG e IgA; a volte si valutano insieme anche gli anticorpi anti gliadina AGA e gli anticorpi anti-endomisio EMA.

Per confermare la presenza di celiachia non bastano questi esami, pur fondamentali, ma occorre sottoporsi alla biopsia duodenale che valuta lo stato di salute della mucosa intestinale. Semplificando molto, se i villi intestinali risultano atrofizzati e il soggetto è positivo agli anticorpi prima citati, allora dovremmo essere difronte al morbo celiaco.

Quando si parla di bambini, invece, ormai la diagnosi definitiva si ottiene con le sole analisi del sangue, risparmiando ai più piccoli la biopsia duodenale.

Diversi studi confermano l’importanza della diagnosi e i passi da gigante fatti con le analisi sierologiche. In riferimento proprio alla celiachia atipica, ne approfondisce l’argomento un articolo pubblicato sulla rivista Gastroenterology Research and Practice, intitolato Atypical celiac disease: from recognizing to managing.

La diagnosi della celiachia è sempre più semplice: questo sta permettendo a molte persone di individuare cosa crea loro disturbo e di vivere meglio grazie alla dieta aglutinata.  

Fonti

http://www.celiachiamo.com/celiachia-tipica-atipica-silente-latente-potenziale

https://celiaci.blog/celiachia-atipica-caratteristiche/

https://www.schaer.com/it-it/a/quali-sono-le-forme-cliniche-della-celiachia

http://www.celiachia.it/Aic/AIC.aspx?SS=351&M=867

http://www.drschaer-institute.com/it/celiachia/sintomi-1035.html

https://www.hindawi.com/journals/grp/2012/637187/abs/

Disclaimer

237 Condivisioni

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi