Allergie alimentari nei bambini: cosa possono comportare

allergie alimentari nei bambini

Le allergie possono manifestarsi già in età infantile e possono avere delle conseguenze, sebbene non per forza gravi. Le allergie alimentari nei bambini sarebbero in grado di influire sull’apporto di nutrienti e sulla crescita, secondo quanto scoperto da uno studio pubblicato nel 2002.

Vi presentiamo ora questa interessante ricerca dedicata all’influenza delle allergie alimentari in età pediatrica, che dimostra quanto l’adozione di buone pratiche sia efficace nel convivere bene con le malattie allergiche.

Uno studio sugli effetti delle allergie alimentari nei bambini


Lo studio scientifico di cui vi vorremmo parlare si intitola “Food Allergies in Children Affect Nutrient Intake and Growth” (Le allergie alimentari nei bambini influenzano l’apporto nutritivo e la crescita) ed è stato pubblicato nel 2002 sul Journal of American Dietetic Association. Già il titolo ci informa che le allergie di tipo alimentare avrebbero degli effetti sui bambini.

La ricerca ha analizzato 98 bambini con allergia alimentare e 99 senza; di entrambi sono stati misurati altezza, peso e indice di massa corporea per valutare potenziali problemi di crescita. Inoltre, sono stati registrati i valori di apporto nutritivo ed energetico nel corso di tre giorni. Attraverso dei questionari i ricercatori hanno infine raccolto informazioni sulla presenza di allergie e altre variabili.

Il primo gruppo è risultato avere un minor apporto di calcio e vitamina D, ma tra questi, coloro che hanno ricevuto una consulenza alimentare hanno presentato minori deficit e problemi. In particolare, soprattutto coloro che soffrono di allergia al latte vaccino hanno registrato valori di consumo di calcio ben al di sotto della media, oltre che della razione giornaliera raccomandata. Ma i risultati non si sono limitati ai valori relativi all’apporto nutritivo.

Scarso accrescimento e allergie alimentari


Come anticipato, la ricerca ha individuato anche una correlazione tra scarso accrescimento e allergie alimentari infantili. I bambini con due o più allergie alimentari sono risultati più bassi rispetto alla media e anche rispetto a coloro che hanno una sola allergia.

Il gruppo dei bambini con allergia è stato ulteriormente suddiviso tra coloro che seguono un piano alimentare personalizzato e coloro che invece non sono seguiti da un professionista. Lo studio arriva alla conclusione che i bambini allergici che seguono un piano alimentare apposito e aggiornato annualmente avrebbero meno problemi di crescita e di inadeguato apporto nutritivo.

Noi vi abbiamo qui brevemente presentano una sola ricerca a riguardo, ma sono diversi gli studi scientifici che hanno individuato problemi di accrescimento nei bambini allergici che non seguono un piano alimentare specifico. Dopo la diagnosi, seguire un corretto regime alimentare è importante non solo per evitare i sintomi allergici, ma anche per non rischiare deficit nutritivi.

Test allergologici in età infantile


Ma come scoprire se vostro figlio è allergico a un alimento? Innanzitutto, prestate attenzione ai sintomi anomali e poi consultatevi con il pediatra che può, se lo ritiene necessario, prescrivervi dei primi test allergologici alimentari; grazi ai nuovi Livelli Essenziali di Assistenza del 2017 (LEA), non dovete subito rivolgervi a un allergologo a pagamento, ma potete farvi prescrivere i primi esami dal pediatra (o dal medico di base in caso degli adulti). I primi test allergologici alimentari sono delle semplici analisi del sangue (Rast Test), rapide e poco invasive, perciò adatte anche ai più piccoli.

Una volta ottenuta la diagnosi, come dimostra anche lo studio citato, convivere bene con le allergie alimentari è possibile se si adottano dei corretti e aggiornati piani alimentari.

Fonti

https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0002822302903512

https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/009731659390015Z

https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1111/j.1399-3038.2010.01028.x

https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1111/j.1365-2222.2005.02162.x

Disclaimer

47 Condivisioni

Be the first to comment on "Allergie alimentari nei bambini: cosa possono comportare"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi