Allergia al platano: quanto può essere forte?

allergia al platano

In tanti aspettiamo con piacere l’arrivo della primavera, ma con essa arrivano anche diversi pollini. Alcuni di questi, nei soggetti predisposti, scatenano l’allergia al platano. Questa pianta è piuttosto diffusa negli arredi urbani dell’Europa occidentale, in particolare nell’area mediterranea in cui ci troviamo noi, e anche negli Stati Uniti. Ciò significa che, nei mesi primaverili, nell’aria può circolare un’alta concentrazione di pollini di platano, fastidiosi per i soggetti allergici ma totalmente innocui per gli altri.

Andiamo a conoscere meglio questa forma allergica causata dai pollini e vediamo qual è il periodo in cui il platano è in piena fase di pollinazione.

Picco dei pollini di platano


I pollini del platano circolano maggiormente nell’aria tra aprile e maggio, ma già da fine marzo sono presenti. Ciò significa che i soggetti allergici devono iniziare a prestare attenzione già dall’inizio della primavera, assumendo eventuali farmaci prescritti e prendendo le giuste precauzioni. Contro le allergie ai pollini, anche quelli del platano, si consiglia sempre di evitare, se possibile, di uscire nelle ore centrali della giornata, in cui c’è una maggiore concentrazione di pollini nell’aria, o di fare attività outdoor; nelle stesse ore è anche consigliato non aprire le finestre. Poi, è bene lavarsi spesso i capelli perché i pollini possono depositarsi facilmente sulla capigliatura (e da lì poi cadere sul cuscino su cui si dorme).

Gli allergeni del platano


Al momento sono state individuate quattro molecole allergeniche nei pollini del platano: Pla a 1, Pla a 2, Pla a 3 e Pla a 4. Alcuni di questi allergeni hanno tratti simili a quelli presenti in diversi alimenti di origine vegetale, come le pesche. Ma non facciamoci ingannare: si tratta pur sempre di un’allergia respiratoria/inalante e non alimentare, per quanto possano esserci molecole allergeniche simili a quelle di alcuni alimenti. Il mondo delle allergie è molto complesso e cose apparentemente diverse tra loro possono scatenare reazioni simili, utilizzando però accessi diversi (naso e bocca).

Sintomi dell’allergia al platano


I principali sintomi provocati dall’allergia al platano di solito non sono tanto forti e questo è un bene per gli allergici (ammesso che non abbiano altre allergie ai pollini, fenomeno piuttosto frequente):

  • rinite;
  • rinorrea (naso che cola);
  • congestione nasale.

Dobbiamo sottolineare che, spesso, questa allergia può presentare cross-reattività con gli alimenti, ma di solito ciò sembra avvenire in soggetti poli-allergici. A causare questa cross-reattività sarebbe, con buona probabilità, la molecola allergenica LTP (nostra vecchia conoscenza in quanto presente in svariati alimenti vegetali). Tuttavia, la ricerca scientifica non è ancora unanime nel considerare il platano coinvolto nella sindrome orale allergica, cioè quel gruppo di disturbi che colpisce gli allergici ai pollini quando consumano determinati alimenti.

In ogni caso, se presentate sintomi sospetti durante la stagione dei pollini del platano, consultate il vostro medico di base che può prescrivervi dei primi test allergologici, come indicato dai Livelli Essenziali di Assistenza aggiornati nel 2017. Per quanto leggeri possano essere i disturbi provocati dal platano, le pollinosi sono sempre piuttosto fastidiose. Solo a partire da una corretta diagnosi l’allergologo può elaborare una terapia che riduca il più possibile i sintomi allergici.

Fonti

https://www.studiomedicobordignon.it/index.php?option=com_content&view=article&id=272:pollini-platanus-acerifolia-aiton-wild-platano-comune&catid=123:eziologia&Itemid=55

https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1111/j.1365-2222.2006.02591.x

http://www.phadia.com/en/Products/Allergy-testing-products/ImmunoCAP-Allergen-Information/Tree-Pollens/Allergens/Maple-leaf-sycamore-London-plane-/

Disclaimer

45 Condivisioni

Be the first to comment on "Allergia al platano: quanto può essere forte?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi