Quanti celiaci ci sono in Italia? Le statistiche del Ministero

quanti celiaci ci sono in italia

Sappiamo davvero quanti celiaci ci sono in Italia? Ogni dicembre, il Ministero della Salute pubblica una Relazione annuale al Parlamento dedicata alla celiachia. Grazie a questo documento possiamo sapere quanti celiaci sono stati ufficialmente diagnosticati nel nostro territorio nazionale, ma il discorso è in realtà più complesso. Vediamo insieme perché.

Relazione annuale al Parlamento sulla celiachia


Come ogni anno, a dicembre 2018 è stata pubblicata la Relazione annuale al Parlamento sulla celiachia relativa all’anno 2017. Il documento è stato realizzato dalla Direzione Generale per l’Igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione, che fa capo al Ministero della Salute. Il ministero si fa garante del diritto alla salute in Italia e lo fa anche attraverso attività di prevenzione e promozione, per questo motivo dedica ogni anno una relazione alla celiachia, malattia ormai definita cronica e non più rara.

Il documento contiene dati epidemiologici, attività regolatorie e novità scientifiche in materia di celiachia. Il risultato è frutto della collaborazione tra istituzioni, organismi e associazioni attive nel campo della salute. Vediamo quali dati sono emersi nel 2017.

Incidenza della celiachia in Italia


Nel 2017 sono risultati 206.561 celiaci ufficialmente diagnosticati, circa 10.000 in più rispetto all’anno precedente. A livello locale, la regione con il maggior numero di casi è la Lombardia con 36.529 celiaci su circa 10 milioni di abitanti; la più piccola Val d’Aosta, invece, registra solo 520 celiaci su circa 126mila abitanti. In media, i diagnosticati sono proporzionali alla grandezza della regione, rendendo l’incidenza del morbo celiaco piuttosto uniforme.

Stiamo parlando dei celiaci che hanno ricevuto una diagnosi ufficiale, ma in realtà potrebbero essere molte di più le persone che soffrono di celiachia. Si stima, infatti, che il 70% dei celiaci non abbia ancora una diagnosi ufficiale.

Il sempre maggior numero di celiaci potrebbe essere legato all’aumento delle diagnosi, favorito anche dai Livelli di Essenziali Assistenza emanati nel 2017. Grazie ai nuovi LEA, le prime analisi del sangue per la diagnosi della celiachia possono essere prescritte dal medico di base. Ricordiamo, però, che per la diagnosi definitiva è necessario sottoporsi a una biopsia duodenale che verifichi l’atrofia dei villi intestinali causata dall’ingestione di glutine.

Chi soffre di più di celiachia? Gli uomini o le donne?


La celiachia può colpire tutti indipendentemente dal sesso? In realtà, sembrano soffrire maggiormente di morbo celiaco le donne. Nel 2017, in Italia, sono risultate celiache 145.759 femmine contro 60.802 maschi. Oltre a una probabile resistenza degli uomini a sottoporsi ad accertamenti medici, che quindi si tradurrebbe in un minor numero di diagnosticati, a causare questa predisposizione femminile verso la celiachia potrebbe essere il sistema immunitario. Sul perché il sistema immunitario femminile sia più aggressivo ci sono diverse teorie a riguardo, tra cui la probabile maggiore sensibilizzazione verso gli agenti infettivi, sviluppata dalla donna nel corso dell’evoluzione, per affrontare meglio le infezioni post-parto. Tuttavia, la comunità scientifica non ha ancora risposte definitive sulla questione.

In ogni caso, al momento risultano esserci più femmine “ufficialmente celiache” che maschi, perciò non ignorate eventuali sintomi, in particolare gastrointestinali, e consultatevi con il vostro medico di base per qualsiasi dubbio.

Fonti

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2808_allegato.pdf

http://www.celiachia.it/menu/faq.aspx?idcat=14&idfaq=175

https://27esimaora.corriere.it/17_agosto_07/malattie-maschi-hanno-piu-paura-db371b9e-7b2e-11e7-8e8c-39c623892090.shtml

https://www.medicitalia.it/news/urologia/6585-perche-gli-uomini-sono-restii-ad-andare-dal-medico.html

Disclaimer

30 Condivisioni

Be the first to comment on "Quanti celiaci ci sono in Italia? Le statistiche del Ministero"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi