Allergia al prezzemolo: attenzione alle erbe aromatiche

allergia al pomodoro

Le erbe aromatiche sono molto diffuse in cucina e danno un tocco in più a molti piatti, ma in certi casi occorre prestare attenzione al loro consumo. Per esempio, non rara è l’allergia al prezzemolo, un’erba che si trova un po’ ovunque delle pietanze, in particolare nei ristoranti.

Andiamo a conoscere meglio quest’allergia alimentare e vediamo come si manifesta.

Sintomi dell’allergia al prezzemolo


I principali sintomi dell’allergia al prezzemolo non sono sempre particolarmente gravi, ma possono essere comunque fastidiosi e non andrebbero ignorati:

  • prurito al naso e agli occhi;
  • edema laringeo, cioè un rigonfiamento della laringe;
  • dispnea (difficoltà a respirare);
  • Anafilassi, angioedema e orticaria nei casi più gravi.

Si registrano a volte reazioni allergiche più gravi, soprattutto in casi di sovraconsumo di prezzemolo, usato da qualcuno per infusi e decotti. Uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Medical Archive ha analizzato in modo approfondito proprio il caso di una donna di 41 anni che ha sperimentato un’anafilassi quasi fatale, in seguito a un uso intensivo di prezzemolo a scopo salutare. Superato l’attacco e condotti alcuni esami allergologici, il personale medico ha posto alla donna diverse domande sulle sue abitudini alimentari. Alla fine, è emerso che la paziente consumava da anni quasi ogni giorno una tazza di prezzemolo tritato per migliorare la propria salute, e anche nell’ultimo pasto prima dell’anafilassi era presente l’erba aromatica. Incalzata sull’argomento, la donna ha infine ammesso che dopo averlo mangiato, negli ultimi mesi, manifestava vampate di calore e palpitazioni, ma credeva che fossero in realtà effetti benefici sulla sua salute. Come in altri casi, solo la diagnosi corretta e approfondita ha permesso di individuare cosa stesse provocando fastidi alla paziente.

Cross-reattività del prezzemolo


Quando si parla di prezzemolo non si può non menzionare la potenziale cross-reattività con altri alimenti. Chi è allergico a questa erba aromatica potrebbe presentare reazioni allergiche ingerendo altre piante della stessa famiglia, le Apiaceae, in particolare il sedano, ma anche le carote.

Perciò è estremamente importante fare attenzione a ciò che si mangia quando si è allergici a qualcosa, in particolare nel caso delle erbe aromatiche aggiunte spesso alle pietanze.

Test allergologici alimentari


Se il consumo di prezzemolo, o di altri alimenti, vi provoca sintomi sospetti, parlatene con il vostro medico di base o con il pediatra in caso siano i vostri figli a manifestare disturbi anomali. Grazie all’introduzione nel 2017 dei nuovi Livelli Essenziali di Assistenza, essi possono prescrivere delle prime analisi sierologiche volte a individuare le allergie. In particolare, la prescrizione può comprendere un massimo di 8 allergeni alimentari e 8 inalanti. Solo successivamente, se necessario, potete rivolgervi a un medico specialista a pagamento, cioè all’allergologo.

Dunque, i primi passi verso la diagnosi di un’allergia possono essere compiuti grazie alla collaborazione del medico di medicina generale, perciò ora l’iter risulta più snello ed economico. Diagnosticare correttamente un’allergia è il primo step per affrontarla al meglio, imparando a gestirla per ridurre al minimo le reazioni allergiche. Dopo la diagnosi, nel caso degli alimenti, è fondamentale eliminare dalla propria dieta tutti quelle pietanze che possono contenere l’allergene a cui si è sensibili. Nel caso del prezzemolo, se in casa è più facile evitarlo, quando si mangia fuori è necessario chiedere al cameriere e/o al cuoco di non aggiungerne o informarsi sugli ingredienti di un piatto. È altrettanto necessario verificare che le indicazioni siano state correttamente rispettate dal cuoco. In questo modo è possibile convivere con la propria allergia alimentare e ridurre al minimo i rischi.

 

Fonti

http://www.phadia.com/en/Products/Allergy-testing-products/ImmunoCAP-Allergen-Information/Food-of-Plant-Origin/Spices/Parsley-/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4314155/

Disclaimer

59 Condivisioni

Be the first to comment on "Allergia al prezzemolo: attenzione alle erbe aromatiche"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi