Glossario delle allergie

glossario delle allergie

Per fare un po’ di chiarezza su questo mondo, vi presentiamo un breve glossario delle allergie, grazie al quale capire meglio la terminologia usata in questo blog ma, soprattutto, nel momento in cui avete a che fare con reazioni allergiche e visite mediche.

Ribadiamo l’importanza di consultare il vostro medico di base in caso di sintomi sospetti; esso grazie ai Livelli di Essenziali di Assistenza può prescrivervi delle prime analisi del sangue per la diagnosi delle allergie. Alcuni di questi esami ve li presentiamo qui.

Andiamo a conoscere allora alcuni dei termini legati alle allergie, rimandandovi, invece, a un altro nostro articolo per quanto riguarda il glossario dei sintomi allergici.

Allergia IgE mediata

L’allergia è una risposta anomala del nostro sistema immunitario a contatto con sostanze in realtà innocue, cioè un’ipersensibilità attivata da meccanismi immunologici; a provocare l’anomalia possono essere degli anticorpi facenti parte del gruppo IgE, cioè le immunoglobuline E, che normalmente hanno il compito di proteggere l’organismo dalle infezioni. Sono allergie IgE mediate quelle alimentari e le pollinosi, ad esempio, ma anche le reazioni alle secrezioni dei peli di animali e agli acari della polvere.

IgE totali

Abbiamo visto il coinvolgimento delle immunoglobuline E nelle reazioni allergiche e sono queste che vengono ricercate nei test allergologici, che possono calcolare il dosaggio delle IgE totali e delle specifiche. L’esame delle IgE totali calcola la concentrazione di IgE a prescindere da quale antigene provochi in loro una reazione anomala.

IgE specifiche

Arriviamo dunque all’esame che misura le IgE specifiche, cioè che quello collega l’immunoglobulina E con un particolare antigene. Sono ad esempio i test che permettono di capire se si è allergici all’albume o al tuorlo dell’uovo, all’ape o al calabrone. Grazie a questi esami si può avere un quadro più preciso della propria malattia allergica.

Rast Test/ImmunoCAP

Le IgE totali e Specifiche si misurano con il Rast Test/ImmunoCAP, un esame del sangue poco invasivo che permette di individuare gli eventuali anticorpi “colpevoli” di scatenare la reazione allergica. Si tratta dell’esame che può essere prescritto, una prima volta e per un massimo di 8 allergeni, dal medico di base e dal pediatra.

Prick Test

Un altro esame per le allergie, prescrivibile solo dal medico specialista, è il Prick Test cutaneo, che viene effettuato pungendo leggermente la cute dell’avambraccio con un’apposita lancetta, precedentemente imbevuta di una goccia di allergene. Si attende qualche minuto per verificare l’eventuale reazione cutanea.

Cross-reattività

Definita anche reattività crociata, la cross-reattività si manifesta quando gli anticorpi collegati a un allergene reagiscono in modo anomalo anche al contatto con un allergene di un’altra specie. Per esempio, può capitare che un allergico ai pollini manifesti problemi ingerendo specifici alimenti (in questo caso potrebbe trattarsi di sindrome orale allergica). I casi di reattività crociata non sono così rari, ma possono essere influenzati dalla quantità di allergene e dal grado di sensibilizzazione del soggetto allergico.

Poliallergico

Diverso è il caso di un soggetto poliallergico. In questo caso, più semplicemente, una persona può avere molte allergie diverse, non per forza collegate tra loro da un fenomeno di reattività crociata. Convivere con questi disturbi non è facile, perché occorre prestare attenzione a tante cose diverse. Per esempio, si può essere allergici ad alimenti differenti e ognuno va eliminato dalla propria dieta.

Pollinosi

Con il termine pollinosi si intende l’allergia ai pollini, anzi, le allergie ai pollini, in quanto un soggetto, solitamente, non è allergico a tutti i pollini esistenti ma solo a qualcuno o a uno solo.

Allergene

L’allergene è una sostanza che può provocare una reazione allergica. Di per sé, si tratta di una sostanza innocua che non tutti i sistemi immunitari percepiscono come minacciosa, perché di fatto non lo è. Infatti, una molecola può avere un potenziale allergenico, ma ciò non significa che provoca reazioni in tutti i soggetti.

Antigene

Viene definito antigene una sostanza estranea che, introdotta nel corpo, è in grado di provocare la formazione di anticorpi e quindi una risposta immunitaria. L’allergene, dunque, è un antigene, ma non viceversa. L’antigene può anche essere endogeno, cioè già presente nell’organismo; in ogni caso è una molecola in grado di legarsi agli anticorpi, provocando una reazione.

Con questo glossario ci auguriamo di aver fatto un po’ di chiarezza sul vasto e a volte complicato mondo delle allergie. Per qualsiasi dubbio, comunque, non esitate a parlarne con il vostro medico di base.

 

Fonti

http://www.treccani.it/

https://www.my-personaltrainer.it/farmacologia/allergie-70.html

http://www.eaaci.org/attachments/977_italian.htm

https://www.issalute.it/index.php/la-salute-dalla-a-alla-z

https://labtestsonline.it/

Disclaimer

99 Condivisioni

Be the first to comment on "Glossario delle allergie"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi