Reazioni pseudoallergiche: cosa sono

reazioni pseudoallergiche

Si verificano sintomi strani e si pensa a una possibile allergia, ma non è sempre così: a volte, in un soggetto possono manifestarsi reazioni pseudoallergiche, indistinguibili da quelle allergiche vere e proprie.

Vista la presenza di queste particolari manifestazioni, risulta ancora più importante diagnosticare correttamente le allergie, per capire cosa effettivamente ci provoca problemi e agire di conseguenza, in base alle indicazioni dell’allergologo. Per sottoporsi a dei primi test allergologici, delle semplici analisi del sangue, si può richiedere la prescrizione direttamente al proprio medico di famiglia, che ha facoltà di prescrivere dei primi esami grazie ai nuovi LEA introdotti nel 2017.

Vediamo cosa sono le reazioni pseudoallergiche e cosa le contraddistingue dalle allergie vere e proprie.

Differenza tra reazioni pseudoallergiche e allergiche


C’è una prima e grande differenza tra le reazioni pseudoallergiche e quelle allergiche, nonostante i sintomi possano essere simili, se non identici: nelle pseudoallergie non viene coinvolto il sistema immunitario, protagonista, invece, delle vere reazioni allergiche che, ricordiamo, sono scatenate da una risposta immunitaria anomala dell’organismo che riconosce come “pericolosi” elementi che in realtà non lo sono.

I sintomi pseudoallergici sono solitamente di tipo cutaneo: prurito e puntini rossi sulla pelle, entrambi disturbi provocabili anche dalle allergie.

Istamina e pseudoallergia


A provocare reazioni pseudoallergiche sono soprattutto gli alimenti, in particolare quelli ricchi di istamina o in grado di stimolarne il rilascio naturale da parte dell’organismo. Tra questi troviamo: bevande e formaggi fermentati, cioccolato, fragole, pomodoro, crostacei, certe specie di pesce come il tonno, le sardine, le aringhe e le acciughe. Attenzione, però, che alcuni di questi alimenti possono comunque provocare allergie vere, come le fragole, i crostacei e il tonno. Sottolineiamo di nuovo l’importanza della diagnosi per capire se si tratta di effettive reazioni allergiche.

L’istamina è un mediatore chimico, prodotto anche dal nostro organismo, ed è solitamente innocua. Può però in alcuni casi provocare fastidi. Ad esempio, esiste una forma di intolleranza all’istamina, causata dal deficit dell’enzima che dovrebbe permetterne un corretto assorbimento, ma è possibile anche avere un’intossicazione da istamina, provocata dal consumo di pesce non correttamente conservato. 

Manifestazioni pseudoallergiche più comuni


Non esistono solo pseudoallergie scatenate dagli alimenti ricchi di istamina. Anche i farmaci possono scatenare reazioni pseudo allergiche, ricordando che essi possono provocare comunque allergie vere e proprie.

Diverse ricerche hanno poi individuato reazioni pseudoallergiche agli alimenti in soggetti che soffrono di orticaria cronica. Ad esempio, uno studio del 2004 pubblicato su Allergy, European Journal of Allergy and Clinical Immunology, ha indagato lo stato della permeabilità intestinale e gastroduodenale di 55 pazienti la cui orticaria cronica era attribuita a reazioni pseudoallergiche alimentari (la permeabilità dell’intestino è la sua capacità di regolare il passaggio di sostanze verso sangue e tessuti). Nei soggetti analizzati, le pareti intestinali sarebbero risultate piuttosto permeabili, cioè poco in grado di fungere da barriera tra l’intestino e il resto dell’organismo, trasportando dunque nel sangue e nei tessuti sostanze che non avrebbero dovuto circolare nel corpo.

Come si è visto, i meccanismi che possono portare a reazioni pseudoallergiche sono particolari e necessitano di studi approfonditi. Da parte nostra, possiamo fare attenzione ai segnali del nostro corpo e affidarci a medici esperti.

 

Fonti

https://www.my-personaltrainer.it/nutrizione/reazioni-pesudoallergiche.html

https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1111/j.1398-9995.2004.00631.x

https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1111/j.1610-0387.2008.06894.x

https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/0091674984901076

https://www.farman.it/News/Alimentazione/922/Come-comportarsi-in-caso-di-reazioni-pseudoallergiche.html

Disclaimer

154 Condivisioni

Be the first to comment on "Reazioni pseudoallergiche: cosa sono"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi