Allergia al lievito: non si tratta di intolleranza

allergia al lievito

Allergia al lievito o intolleranza? Purtroppo, nel mondo delle malattie allergiche si fa ancora molta confusione tra le “semplici” intolleranze, causate da un malassorbimento di alcuni nutrienti, e le allergie vere e proprie, che sono scatenate da risposte anomale del sistema immunitario. Dunque, sono già state diagnosticate delle forme di allergia ai lieviti, in particolare tra coloro che ci lavorano a stretto contatto, ma non esisterebbe un’intolleranza al lievito, di cui però spesso si parla.

Vediamo meglio come si manifesta questa forma allergica e perché non sembrerebbe essere presente la sola intolleranza.

Allergia al lievito nei panettieri e nei birrai

Il Saccharomyces cerevisiae è il lievito più usato a livello alimentare per la panificazione e la produzione di birra. I panettieri e i birrai sarebbero dunque i soggetti maggiormente colpiti, in quanto respirano a lungo particelle contenenti gli allergeni dei lieviti. Si tratterebbe quindi di un’allergia respiratoria o, eventualmente da contatto, e non tanto alimentare in senso stretto, che sembra presentarsi davvero raramente. Siamo abituati a pensare che gli alimenti scatenino allergie attraverso la loro ingestione. In realtà essi possono anche essere inalati o toccati e il sistema immunitario potrebbe comunque rispondere in maniera anomala (cioè riconoscere come nemiche molecole che in realtà sono innocue). La ricerca scientifica ha dedicato diversi studi alle reazioni verso i lieviti in soggetti atopici ed essi avrebbero dimostrato quanto sia soprattutto l’inalazione di particelle di lievito a provocare problemi, piuttosto che l’ingestione che, come vedremo più avanti, può scatenare sintomi senza coinvolgere il sistema immunitario o eventuali carenze enzimatiche.

Sintomi dell’allergia al lievito

I sintomi principali delle allergie ai lieviti sono: 

  • rinite allergica;
  • asma;
  • dermatite atopica;
  • alveolite allergica. 

Come vedete, si tratta soprattutto di disturbi respiratori e l’asma sembra essere il sintomo più diffuso tra i panettieri. Comunque, l’allergia al lievito non è diffusissima tra i lavoratori del settore, i quali tra l’altro avrebbero poi difficoltà a proseguire con l’attività. 

L’intolleranza al lievito non esiste

Come mai si è diffusa l’idea dell’esistenza dell’intolleranza al lievito? In alcuni casi, chi consuma prodotti lievitati può presentare gonfiore addominale, digestione lenta, stanchezza, diarrea e meteorismo, ma si tratta di disturbi passeggeri e, se non lo sono, potrebbe trattarsi di una possibile malattia cronica intestinale, non di una forma di intolleranza al lievito. I sintomi potrebbero verificarsi in caso di lievitazione troppo rapida e con aggiunta di altri elementi che fermentano nell’intestino formando gas e difficoltà digestive.

Non esistendo l’intolleranza al lievito non esistono nemmeno test che la certificano, quindi attenzione ai vari esami non affidabili per le intolleranze, come il test del capello. Se presentate disturbi persistenti, come prima cosa è necessario verificare l’eventuale presenza di un’allergia alimentare scatenata da altri ingredienti che si accompagnano al lievito, come il grano per esempio. In caso, parlate con il vostro medico di base che potrà prescrivervi dei primi test allergologici, grazie ai LEA emanati nel 2017. Potete dunque già sottoporvi a delle analisi sierologiche, senza ricorrere subito a uno specialista a pagamento. È grazie a questi test allergologici ufficiali che si può indagare con serietà sul problema e sfatare il mito dell’intolleranza al lievito o ad altre sostanze.

Fonti

http://www.phadia.com/en/Products/Allergy-testing-products/ImmunoCAP-Allergen-Information/Food-of-Plant-Origin/Miscellaneous/Yeast-/

https://www.fondazioneveronesi.it/magazine/articoli/lesperto-risponde/lievito-allergia-o-intolleranza

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/9636810

Disclaimer

118 Condivisioni

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi