Allergia alle castagne e al castagno

allergia alle castagne

Possiamo parlare di allergia alle castagne, ma anche di allergia al castagno. Esistono infatti una forma alimentare, indotta dall’ingestione del frutto, e una pollinosi indotta dai pollini della pianta. Potrebbe inoltre verificarsi una cross-reattività tra le due forme allergiche, ma non necessariamente. 

Le piante di castagno sono molto diffuse come arredo urbano nel nostro paese e il loro frutto/seme è ampiamente usato in cucina, soprattutto in autunno e in inverno. Per questo motivo, in caso di sintomi sospetti, è molto importante sottoporsi a dei test allergologici prescrivibili dal medico di base o dal pediatra (grazie ai LEA emanati nel 2017). Senza rivolgersi subito a un allergologo a pagamento, potete consultarvi con il vostro medico e ottenere, se opportuno, la prescrizione per un’analisi sierologica che può comprendere fino a 8 allergeni alimentari o 8 inalanti.

Andiamo a conoscere meglio le due allergie e la sindrome lattice-frutta, una particolare condizione che coinvolge le castagne.

Sintomi dell’allergia alimentare alle castagne

I principali sintomi dell’allergia alimentare alle castagne sono:

  • sindrome orale allergica e relativi disturbi;
  • rinocongiuntivite; 
  • asma; 
  • angioedema.

Fate attenzione a questi sintomi se si presentano dopo aver mangiato le castagne, ricordando comunque che gli alimenti che possono causare reazioni allergiche sono tanti, perciò solo una diagnosi seria e ufficiale può stabilire cosa davvero vi provoca allergia.

Sindrome lattice-frutta

Sebbene sia principalmente conosciuta come una forma allergica da contatto, tra le allergie IgE mediate di tipo inalante troviamo l’allergia al lattice, la quale può presentare fenomeni di cross-reattività con tante sostanze, anche le meno sospette. È qui che entra in gioco la sindrome lattice-frutta. Numerose ricerche avrebbero dimostrato che una buona percentuale di allergici al lattice presenterebbe reazioni anche con diversi frutti, tra cui le castagne. Le altre varietà di frutta coinvolte sarebbero l’avocado, la papaya, le banane, i kiwi e le pesche, ma non mancano nemmeno rappresentanti delle verdure e dei tuberi come pomodori, peperoni e patate.

Già nel 1994, una ricerca pubblicata sull’Annals of Allergy parlava di una possibile sindrome lattice-frutta: tra i soggetti allergici al lattice analizzati, ben il 52% è risultato essere allergico ad alcuni dei frutti citati, in particolare all’avocado, alle banane e alle castagne.

Sintomi dell’allergia ai pollini di castagno

Per quanto possa essere meno nota di altre pollinosi, nell’area del Mediterraneo l’allergia ai pollini del castagno non è così rara, soprattutto per l’ampia presenza di questa pianta nelle nostre città. Il castagno fiorisce tra fine maggio e giugno, mentre i frutti giungono a maturazione tra fine settembre e novembre. Si potrebbe dire che la pollinosi abbia il suo picco alla fine della primavera, mentre l’allergia alimentare in autunno, sebbene i derivati delle castagne, come la farina, si possano trovare tutto l’anno.

Tra i sintomi principali di questa pollinosi troviamo l’asma e la febbre da fieno, una particolare forma di rinite allergica stagionale.

Dopo aver conosciuto un po’ queste forme allergiche, ricordiamo quanto sia importante parlare con il vostro medico di base in caso presentiate sintomi sospetti nel periodo di fioritura del castagno o dopo aver mangiato i frutti. Solo una corretta diagnosi vi permette di convivere con i disturbi allergici.

Fonti

http://www.phadia.com/en/products/allergy-testing-products/immunocap-allergen-information/tree-pollens/allergens/chestnut-/

http://www.phadia.com/en/products/allergy-testing-products/immunocap-allergen-information/food-of-plant-origin/seeds–nuts/sweet-chestnut-/

https://www.studiomedicobordignon.it/index.php?option=com_content&view=article&id=174:alimentari-castagna&catid=123:eziologia&Itemid=55

http://www.marroniecastagne.it/fioritura-del-castagno

https://europepmc.org/abstract/med/7943998

https://europepmc.org/abstract/med/7678723

Disclaimer

37 Condivisioni

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi