Allattamento al seno e allergie: cosa dicono gli studi

allattamento al seno e allergie

C’è una correlazione tra allattamento al seno e allergie? La comunità scientifica si è posta e continua a porsi la domanda sul possibile ruolo preventivo del latte materno nello sviluppo di malattie allergiche nel bambino. I risultati sono diversi e non sempre in accordo tra loro, a rimarcare quanto questo tema sia tutt’ora molto dibattuto. 

Certamente il latte materno apporta molti benefici ed è consigliabile, sebbene sostituibile se necessario con l’artificiale, ma sul suo effetto protettivo rispetto alle allergie non c’è ancora una posizione scientifica univoca. Vediamo dunque alcune delle ricerche finora condotte sull’argomento.

Prevenzione delle allergie e allattamento: il punto di vista della ricerca scientifica

Nel 2015 sono state condotte una revisione e una meta-analisi di diverse ricerche riguardanti il rapporto tra allergie e allattamento al seno. L’articolo è stato pubblicato sulla rivista Acta Paediatrica Nurturing the Child e ha considerato alcuni studi che avrebbero dimostrato un certo effetto preventivo riguardante l’asma e una leggera prevenzione rispetto all’eczema e alla rinite allergica. In particolare, per l’asma e l’eczema il latte materno sembrerebbe utile nei paesi più poveri.

Un altro articolo scientifico, pubblicato sulla rivista Nutrients, mette ulteriormente in evidenza quanto siano eterogenei gli studi riguardanti questo delicato argomento. Le ricerche variano per metodo e definizione dei risultati, allo stesso modo variano la composizione del latte materno da donna a donna e la durata dell’allattamento, fattori che rendono ancora più difficile ottenere dei dati uniformi. Inoltre, sull’eventuale sviluppo di malattie allergiche nell’infanzia intervengono tanti altri fattori anche ambientali. Si può parlare, ad esempio, della cosiddetta ipotesi dell’igiene che teorizza un maggiore sviluppo di malattie allergiche, in particolare respiratorie, causato da ambienti asettici che metterebbero i bambini a ridotto contatto con quei batteri in grado di istruire il sistema immunitario. Una moderata esposizione a germi e batteri, dunque, potrebbe avere un ruolo preventivo nei confronti delle allergie. Come per l’allattamento, gli studi in merito sono piuttosto eterogenei.

Allattamento al seno e allergie alimentari

Interessante notare che le ricerche non sembrano aver al momento trovato correlazione tra l’allattamento al seno e la prevenzione di allergie alimentari. Su questo tipo di malattia allergica il latte materno non sembrerebbe avere alcuna funzione nemmeno in età infantile.

Come si diagnosticano le allergie

A prescindere dall’eventuale ruolo protettivo del latte materno, se i vostri bambini presentano sintomi respiratori particolari e non causati da influenza e raffreddore, parlatene con il pediatra. Grazie ai Livelli Essenziali di Assistenza, aggiornati dal Ministero della Salute nel 2017, il pediatra può prescrivere dei primi test allergologici. Nello specifico possono essere prescritte delle analisi del sangue, rapide e poco invasive, che vanno alla ricerca degli anticorpi che si attivano in caso di malattia allergica; stiamo parlando dei cosiddetti RAST test. Potreste dunque non portare subito vostro figlio da uno specialista a pagamento ma avviare l’iter diagnostico con il pediatra di libera scelta, tagliando i tempi e le spese. In base ai risultati di questi esami potete continuare la diagnosi con un allergologo, in accordo con il pediatra e se necessario. La stessa facoltà di prescrizione è data ai medici di medicina generale nel caso di sospetta allergia negli adulti.

Fonti

https://onlinelibrary.wiley.com/doi/full/10.1111/apa.13132

https://search.informit.com.au/documentSummary;dn=997304874181266;res=IELAPA

https://journals.lww.com/co-allergy/Abstract/2008/10000/Breastfeeding_and_allergies__time_for_a_change_in.7.aspx

https://www.mdpi.com/2072-6643/9/8/894

Disclaimer

36 Condivisioni

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi